Strumenti musicali messicani: migliori prodotti di Settembre 2021, prezzi, recensioni

La musica messicana prese il suo sviluppo a partire dalla storia dei Maya. Infatti, se andiamo a vedere i cenni storici, esistono tracce dell’uso della musica, che era diventato parte integrante del concetto divino, fondamentale nella loro cultura. Inizialmente nel Messico, la musica fu di grande importanza ed era utilizzata a scopo culturale. Principalmente durante le cerimonie religiose si eseguivano musiche d’insieme costituite da canto e accompagnamento strumentale.

Cenni storici musica messicana

Nel passato la musica messicana fu caratterizzata da uno sviluppo molto dinamico, questo si ebbe principalmente dal 1929. Nell’ambito della musica popolare il repertorio è sempre stato molto ampio, si spaziava da danze tradizionali fino alla musica ranchera, ovvero il country messicano. Altro genere musicale è il corrido, che prende origine dalla romanza spagnola. Attraverso il corrido si raccontano in musica fatti di cronaca, storie e leggende. Gli stili più tradizionali della musica messicana sono:

  • Il son,
  • la canción ranchera,
  • il bolero,
  • la cueca.

Chi sono i mariachi?

Il nome mariachi è stato coniato dagli indios Coca nel XVI secolo. Significa letteralmente musica e venne utilizzato per riferirsi a chiunque si dedicasse ad attività musicali. Ad oggi questo termine definisce gruppi di musicisti che si differenziano per l’uso di determinati strumenti, per l’abbigliamento e per il repertorio musicale.

Quali sono gli strumenti musicali messicani?

Gli strumenti musicali utilizzati dai mariachi sono violini, trombe, chitarre, la vihuela, che è una chitarra piccola, anch’essa con fondo convesso e cinque corde. La jarana o guitarra de golpe, che produce un suono tra quello della chitarra tradizionale e quello della vihuela, abbiamo la guitarrón, che è una chitarra-basso a sei corde e l’arpa diatonica.

Jarana

La jarana è uno strumento a corde, esse sono 8 in 5 posizioni, solitamente sono disposte con due corde singole. Il materiale delle corde, di solito è il nylon, anche se in passato veniva utilizzato il budello. La jarana può essere di cinque dimensioni:

  • la più piccola delle quali è la chaquiste,
  • la mosquito, che presenta dimensioni di un ukulele soprano,
  • la “primera”,
  • la “seunda”,
  • la “tercera”.

La jarana ha solitamente una tipologa di costruzione, il corpo viene lavorato per la forma da un solido pezzo di legno, esso viene poi scavato e viene applicata la tavola armonica e una tastiera separata. Il suono è molto particolare peculiare, perché benché assomigli a degli strumenti essa non suona come un ukulele o una chitarra. È quasi uno strumento a percussione, dal modo in cui viene suonato, con uno schema accentato in basso e il doppio movimento che sembra imitare i passi di zapateado dei ballerini. La jarana primera ha un suono alto e acuto, mentre la segunda lo ha più tenue e brillante. La tercera, invece, presenta un suono profondo e sonoro. La jarana viene usata con grande effetto con altri strumenti, come per esempio con l’arpa jarocha o l’arpa folk. Sebbene la jarana presenti solitamente otto corde disposte in cinque posizioni , ci sono casi in cui ne presentino 4 posizioni doppie.

Vihuela Messicana

La Vihuela in Italia è conosciuta come Villa. Ma in Messico il nome vihuela è utilizzato per indicare un diverso strumento, che risale al XIX secolo, ed era tipico delle formazioni musicali di Mariachi. In questi gruppi, la vihuela e il guitarrón svolgono un ruolo fondamentale e una fondamentale funzione ritmica. Dotata di cinque corde, la vihuela messicana non è storicamente collegata alla vihuela spagnola del XVI secolo, quanto piuttosto alla chitarra battente.

Guitarròn

Il guitarrón messicano è sostanzialmente un basso acustico messicano a sei corde, risulta molto grande e profondo e viene suonato tradizionalmente nei gruppi Mariachi. Anche se assomiglia alla chitarra non è un derivato di quello strumento. Presenta, inoltre, grandi dimensioni che gli conferiscono volume, non necessita di amplificazione elettrica per spettacoli in piccoli locali. Ha corde pesanti, in nylon, metallo per i tre bassi. A differenza di una chitarra, l’altezza delle corde non aumenta quando si muovono verso il basso.

Studentessa di Scienze della Comunicazione e soprattutto amante della scrittura. Appassionata della lettura e dell’arte. Scrivo dai periodi delle medie, ma dopo il liceo ho iniziato a perfezionarmi. Ho collaborato con qualche casa editrice, due pubblicazioni certificate e molte altre in self.  Da sempre ho creduto nella passione per la scrittura degli articoli, mi piace tutto ciò che ruota attorno alla tecnologia, alla musica e tutto ciò che concerne la comunicazione. Sono felice di poter scrivere articoli su questi temi.

Back to top
Migliori Strumenti Musicali