Pianoforti verticali: migliori prodotti di Agosto 2022, prezzi, recensioni

Si chiama pianoforte verticale perchè esso è disposto verticalmente, come anche la sua tavola armonica e le corde stanno dietro alla tastiera. Più adatto per studiare che per esibirsi. Nel corso del tempo ha subito tante modifiche fino a diventare quello moderno. Al giorno d’oggi esistono in commercio una varietà di pianoforti che sono diversi tra loro con caratteristiche e potenzialità differenti e quindi risulta difficile fare un acquisto mirato. Le tipologie di pianoforte che troviamo sul mercato sono il pianoforte a coda e il pianoforte verticale. Vediamo in questo articolo le differenze e le caratteristiche di entrambi.

Pianoforte a coda e verticale

Le differenze tra pianoforte a coda e pianoforte verticale sono un po’. Vediamole:

  • La prima riguarda le dimensioni, chiunque si ritrovi ad abitare in spazi ristretti non ha molto spazio per posizionare uno strumento. Ecco perchè sicuramente si evita il pianoforte a coda visto le sue grandi dimensioni, mentre quello verticale sarà sicuramente più idoneo grazie alle sue ridotte dimensioni.
  • Altra differenza tra queste due tipologie di pianoforti è l’ampiezza sonora di entrambi, ovvero stiamo parlando della loro timbrica. Mentre il pianoforte a coda si presenta con una timbrica molto forte tanto da poter arrivare con il suono il più lontano possibile, il pianoforte verticale è dotato di una timbrica molto più leggera, in più è munito di un pedale posto al centro che si chiama sordina.

Informazioni sul pianoforte verticale

La nota positiva di questo pianoforte verticale è sicuramente quella in riferimento al fatto che sia davvero consigliato per chi abita in un condominio e non può fare troppo rumore. Dunque, adatto a spazi minori e quindi anche per piccoli appartamenti o per delle camere. Logicamente non è facile scegliere quale dei due è il migliore, dato che nella loro diversità sono comunque entrambi capaci di soddisfare l’esigenza di chi decide di acquistarli.

Quali sono le differenze di prezzi?

Solitamente i prezzi dei pianoforti variano a seconda delle marche, dei modelli e delle caratteristiche e qualità che presentano, come del resto per quanto riguarda tutti gli strumenti. Più sono alte le qualità e le caratteristiche, più il prezzo andrà a salire. Per dei buoni pianoforti le cifre superano in alcuni casi le mille euro. Va detto che tra il pianoforte a coda e quello verticale anche lo stesso prezzo è differente, poichè il pianoforte a coda risulta essere molto più costoso rispetto a quello verticale.

Quali sono i vantaggi del pianoforte verticale?

Il pianoforte verticale come abbiamo già detto poco sopra, risulta essere molto più pratico e le sue caratteristiche principali non mancano di risaltare di più all’occhio di chi ha intenzione di acquistare un pianoforte. Partendo proprio dal prezzo stesso, perchè come abbiamo detto è più economico del pianoforte a coda. Ritornando poi a dire ancora che le sue misure sono ottime per inserirlo in piccoli ambienti non risultando ingombrante.

Tipologie di pianoforti verticali

Altra differenza la si trova proprio nel pianoforte verticale, ovvero esistono due tipologie:

  • pianoforti verticali bassi,
  • pianoforti verticali alti.

Sostanzialmente la differenza tra le due tipologie risiede nella la lunghezza delle corde. I pianoforti bassi, dunque sono alti circa 108 centimetri e non sono in grado di far uscire dei suoni soddisfacenti. Al contrario, quelli alti presentano un’altezza di 131 centimetri capaci di far uscire dei buoni suoni. Assolutamente consigliati per chi ha intenzione di studiare e allenarsi.

Consigli

Il pianoforte verticale, va detto che in determinate situazioni può essere davvero difficile da muovere e trasportarlo anche semplicemente da una stanza all’altra. Per fare questo si deve, innanzitutto, alleggerire il pianoforte e quindi andare a rimuovere tutto ciò che può risultare superfluo o smontabile e poi assicurarci che la strada da dover percorrere sia libera e quindi sgombra da tutto quello che potrebbe essere di intralcio alla manovra di trasporto. Ma, nel caso in cui il trasporto del pianoforte debba avvenire fuori dalla nostra abitazione, ovvero che debba essere portato per lunghi tragitti o addirittura trasportarlo per delle scale, si consiglia sempre di chiamare una ditta di trasporti che logicamente sarà in grado di effettuare il trasporto senza arrecare problemi e utilizzando anche degli attrezzi particolari, come ad esempio dei carrelli con le ruote.

Qual è il miglior piano per iniziare a suonare?

In molti si dilettano col suonare il pianoforte, tanto che ormai è una passione che accomuna molti giovani, quasi da potersi definire una moda. Solitamente si consiglia di iniziare ad avvicinarsi a questo strumento quando si è ancora piccoli, proprio perché partendo da una tenera età si potrà studiare meglio e apprendere da subito la manualità e la flessibilità delle mani, nonché avere ottimi risultati nel futuro. Partendo dalla prerogativa che i pianoforti non sono tutti uguali, e che anche per i principianti ci sono quelli adatti o meno, potremo dire quale tra quello a coda o verticale sia consigliato. Partendo dal pianoforte a coda, anche se può sembrare un po’ strano e difficile da usare, esso pare che risulti essere il più adatto per un principiante, proprio perché questo pianoforte offre delle grandi potenzialità sia sulla tecnica che sul timbro e garantisce degli ottimi risultati. Sicuramente il nostro caro pianoforte verticale è assolutamente adatto per un principiante, anzi non è sconsigliato, tanto che in alcuni casi risulta essere più idoneo e consigliato, proprio perché essendo agli inizi si preferisce cominciare con uno strumento più pratico e che non porti grandi spese.

Conclusione

Eccoci a tirare le somme sul nostro pianoforte verticale. Abbiamo visto pro e contro di entrambi e quale sia consigliato per un principiante. Sicuramente entrambi sono idonei, ma come abbiamo visto il pianoforte a coda è di un livello maggiore, perciò esso risulta ottimo per chi vuole coltivare completamente fino in fondo la passione, tanto che poi vuole proseguire gli studi presso un conservatorio. Quando decideremo di prendere in considerazione l’idea di acquistare un pianoforte, qualsiasi esso sia, se verticale basso o alto oppure a coda, possiamo affidarci a dei negozi specializzati. Ma possiamo chiedere anche a dei siti internet che ci aiuteranno a compiere una giusta scelta, scoprendo tramite recensioni quali facciano al caso nostro.

Studentessa di Scienze della Comunicazione e soprattutto amante della scrittura. Appassionata della lettura e dell’arte. Scrivo dai periodi delle medie, ma dopo il liceo ho iniziato a perfezionarmi. Ho collaborato con qualche casa editrice, due pubblicazioni certificate e molte altre in self.  Da sempre ho creduto nella passione per la scrittura degli articoli, mi piace tutto ciò che ruota attorno alla tecnologia, alla musica e tutto ciò che concerne la comunicazione. Sono felice di poter scrivere articoli su questi temi.

Back to top
Migliori Strumenti Musicali