Batterie elettroniche: migliori prodotti di Novembre 2022, prezzi, recensioni

La batteria elettronica è l’alternativa alla versione acustica, ovvero quella classica e più usata. A differenza del modello classico, quella elettronica ha bisogno di essere collegata tramite alimentatore. Si potrà pensare che il suono vada a discostare molto dall’acustica, ma non è corretto. Perché, anche questa variante ha i pad che sostituiscono i tamburi e i piatti. Più leggera e, come andremo a vedere, si può suonare in qualsiasi orario, grazie alla possibilità di collegare delle cuffie direttamente al jack della batteria. La batteria elettronica riproduce la struttura e i suoni delle batteria acustiche tramite tamburi di materiale misto tra plastica e gomma, che appunto sono i pad, collegati ad una centralina che comanda i vari suoni. Sarà possibile quindi suonare a volume molto ridotto, utilizzando semplicemente un paio di cuffie o un amplificatore.

Perché acquistarla?

La batteria elettronica è molto pratica, soprattutto se si abita in ambienti piccoli e in appartamenti, dove il rumore causato da uno strumento musicale può essere di grande fastidio. Questa variante di batteria, dispone di tutti i suoni, che si possono eseguire nell’acustica tramite:

  • La cassa;
  • Il rullante;
  • Un tom;
  • I piatti.

Il punto principale a suo favore è proprio la privazione del rumore.  Con questa tipologia di batteria si andranno a risolvere i problemi riguardanti il frastuono, poiché, ad ogni pad è associato un suono, che varia in base a quello che andremo a scegliere dal display principale. Un’altra comodità sta sicuramente nel suonare mettendosi le cuffie, di modo che solo noi possiamo sentire il suono senza disturbare.

Differenza con la batteria acustica

Suonare una batteria elettronica è sinonimo di differenza sostanziale rispetto a una batteria acustica, poiché la caratteristica principale è che quella elettronica produce poco rumore. Ci si può esercitare usando solo un paio di cuffie collegate alla centralina stessa. I modelli di fascia media e alta hanno anche la possibilità di collegare alla centralina una chiavetta usb con le proprie canzoni, così ci andremo a esercitare sui brani. Si potrà collegare a un computer, di modo che si potrà registrare facilmente le nostre esecuzioni. Questi modelli elettronici occupano meno spazio di una batteria acustica, e, come dicevamo poco sopra, sono adatte a chi vive in ambienti piccoli. Inoltre, rispetto a un modello acustico, non c’è molta manutenzione da eseguire o sostituzione di parti, come di solito accade ai set acustici: pelli, bacchette e piatti. Parlando di bacchette, proprio quest’ultime andranno a durare più a lungo. I pad, infatti, essendo di materiale gommoso, non rovinano il legno di cui sono composte le bacchette, come, invece, accade i piatti di metallo sulla batteria acustica.

Come si compone?

La batteria elettronica possiede i pad, che servono per i seguenti usi:

  • In sostituzione del tom e del rullante;
  • In sostituzione dei piatti.

Per ogni pad ci sono delle varianti del suono, questo dipende dalla tipologia che si è scelto da utilizzare e il materiale, ovvero che tipo di pelle possiede. Alcuni, quelli basic, daranno un suono più rumoroso nel momento in cui vengono toccati dalle bacchette; altri, quelli più morbidi, saranno più silenziosi. In generale, tutto il drum set deve essere verificato prima dell’acquisto, è sempre consigliabile fare una prova, così da capire se i materiali e il suono sono di qualità. Va detto che un drum set elettronico non è composto da pelle risonante, per cui la compressione della pelle battente, ovvero quella dove andremo a colpire con le bacchette, non avrà mai lo stesso suono di una batteria acustica.

Quale scegliere?

Al giorno d’oggi è semplice tanto quanto è difficile scegliere una batteria elettronica. Esistono tanti modelli e tante marche, a differenza del passato, dove le batterie elettroniche erano quasi demonizzate da chi suonava esclusivamente una batteria acustica. Per trovare una batteria che faccia al caso nostro si dovrà valutare i modelli che uniscono grandi suoni a grande feeling e solidità. Si dovrà tenere conto dei drum kit di cui dispongono per suonare diversi generi musicali, più funzioni per lo studio e la possibilità di registrare. Ciò che fa tanta differenza nelle batterie elettroniche è la centralina. La parte elettronica dello strumento è quella più soggetta ai danni di vario genere, ed è una delle ragioni principali per cui acquistare una batteria elettronica usata è molto rischioso se non si prova o non si conosce la persona.

Pro e Contro:

Per facilitare una scelta della batteria acustica andremo a stilare una lista dei pro e dei contro, vediamola qui di seguito.

  • Pro:
  • Il suono e di conseguenza il frastuono è sotto controllo;
  • Si può suonare con le cuffie;
  • Meno ingombrante;
  • Costi inferiori rispetto all’acustica;
  • Le bacchette durano più a lungo;
  • Si trasporta con facilità;
  • No manutenzione, sì upgrade.

 

  • Contro:
  • Pad piccoli e con limitazioni nello spostamento;
  • Versioni economiche poco resistenti;
  • Il suono non sarà mai come quello che emette una batteria acustica.

Fasce di prezzo

Come per tutti gli strumenti, anche la batteria elettronica ha dei prezzi alti. Essi, variano in base alla marca e al modello. Ad esempio, un kit completo di pad, piatti e pedali per principianti ha un costo inferiore a un kit completo per esperti. C’è da aggiungere che volendo si possono fare delle sostituzioni o degli upgrade della batteria, andando a renderla sempre più performante e vicina a quella che desideriamo. Vediamo le fasce di prezzo:

  • Fascia economica – si aggira tra le 300 e le 600 euro;
  • Fascia media – si aggira tra le 700 e le 1000 euro;
  • Fascia alta – si aggira tra le 1200 e le 2000 euro.

Opinioni

Sicuramente la batteria elettronica è un ottimo strumento se si vuole suonare in totale libertà. Per avere garanzia sui prodotti è sempre bene scegliere marche qualificate come la Roland o la Yamaha. Dato che ci sono tanti prezzi per un set elettronico, è bene concludere la nostra scelta in maniera accurata, senza avere fretta di acquistarla. Si deve assolutamente valutare il nostro livello, la nostra disponibilità economica e quale modello vorremmo, anche in base al futuro che si ha in mente. Se si vogliono delle informazioni più specifiche potremo andare a chiedere a dei negozi specializzati o ad insegnanti di batteria.

Studentessa di Scienze della Comunicazione e soprattutto amante della scrittura. Appassionata della lettura e dell’arte. Scrivo dai periodi delle medie, ma dopo il liceo ho iniziato a perfezionarmi. Ho collaborato con qualche casa editrice, due pubblicazioni certificate e molte altre in self.  Da sempre ho creduto nella passione per la scrittura degli articoli, mi piace tutto ciò che ruota attorno alla tecnologia, alla musica e tutto ciò che concerne la comunicazione. Sono felice di poter scrivere articoli su questi temi.

Back to top
Migliori Strumenti Musicali